Physical Address

304 North Cardinal St.
Dorchester Center, MA 02124

HALVING di Bitcoin Spiegato in maniera semplice e le sue Implicazioni

Che cos’è l’halving di Bitcoin?

L’halving di Bitcoin è un processo in cui la ricompensa per il mining di Bitcoin viene dimezzata per ridurre il numero di nuove monete che entrano nella rete. 

Le criptovalute come il Bitcoin, vengono prodotte dai Miners che sono persone dotate di computer particolarmente potenti che creano nuovi blocchi e quindi immettono in circolazione nuove criptovalute e ricevono quindi una ricompensa per i loro sforzi. 

All’interno della rete Bitcoin, la ricompensa per i miner era inizialmente di 50 BTC. Nel corso del tempo, questa ricompensa è stata continuamente ridotta a causa di una speciale disposizione di “halving” prevista nel codice genetico di Bitcoin Questa disposizione, prevista sin da quando Bitcoin è stato generato,  afferma che la ricompensa per la produzione di Bitcoin dovrebbe essere sistematicamente dimezzata ogni 210.000 blocchi, o ogni 4 anni circa. 

Le date degli halving di Bitcoin non sono fisse nel calendario ma avvengono con cadenza regolare. Lo scopo dell’halving di Bitcoin è quindi quello di diminuire il numero di Bitcoin.

La fornitura totale di Bitcoin è stata fissata a 21 milioni di bitcoin come stabilito nel whitepaper del 2008 da Satoshi Nakamoto. Una volta che 21 milioni di Bitcoin saranno stati generati dai miner non sarà più possibile emetterne altri. 

Ad - Web Hosting SiteGround - Creato per semplificare la gestione del sito. Clicca per scoprire di più.

Come funziona l’halving di Bitcoin?

Un evento di halving è codificato in un protocollo blockchain fin dal lancio del suo blocco genesi.

Il più recente evento di halving di Bitcoin ha avuto luogo il 12 maggio 2020. Quando la blockchain di Bitcoin raggiunse il blocco a cui era legato l’halving, l’evento venne realizzato quasi istantaneamente e la ricompensa di blocco venne dimezzata con effetto immediato.

Il prossimo halving di Bitcoin è previsto per aprile 2024.

Andamento storico dello sviluppo dei prezzi Bitcoin dopo l’halving

Alla fine del 2012, il primo halving ha fatto crollare la ricompensa di blocco di Bitcoin da 50 a 25 BTC. Quattro anni dopo, il secondo halving di Bitcoin ha ridotto nuovamente la ricompensa di blocco della rete, questa volta a 12,5 BTC. Dopo il più recente halving, la ricompensa di blocco è ora di 6,25 BTC per blocco.

L’aspettativa di un aumento del prezzo è legata alla teoria della domanda e dell’offerta: Il prezzo di un articolo aumenta quando l’offerta è limitata e diminuisce quando c’è un eccesso di offerta. Un minor numero di bitcoin in circolazione potrebbe influire positivamente e al rialzo sul loro prezzo. 

Ma altri fattori non prevedibili storicamente hanno influenzato l’andamento del prezzo del Bitcoin come la pandemia COVID-19, la guerra in Ucraina o l’opinione pubblica sull’impatto ambientale e la sostenibilità delle operazioni di mining, Anche l’ingresso di nuovi investitori istituzionali che con le loro manovre potrebbero influenzare significativamente il prezzo dei bitcoin

Gli halving passati del Bitcoin hanno dimostrato un impatto positivo sul prezzo di mercato. Ad esempio, se consideriamo l’halving del 2012, il prezzo di 1 BTC è aumentato dell’8069% nell’anno successivo all’halving. Inoltre, un anno dopo l’halving di Bitcoin del 2016, abbiamo assistito a un aumento del 284% del prezzo del BTC. Di conseguenza, la community prevede un aumento dei prezzi come conseguenza della successiva scarsità e degli scenari passati. 

Tuttavia, possiamo solo fare ipotesi sulla tendenza futura e non c’è modo di saperlo con certezza.

Che impatto ha l’halving di Bitcoin sui miner? 

Dopo l’imminente halving di Bitcoin, la ricompensa di blocco che i miner ricevono sarà dimezzata a 3,125 BTC. Quando le ricompense di blocco diventano meno significative, alcuni miner potrebbero concludere che l’attività di mining non è più conveniente a causa dell’aumento dei costi dell’elettricità e della manutenzione dell’hardware.  

Poiché i miner non guadagneranno abbastanza con i nuovi Bitcoin per giustificare i loro costi correnti, il mercato diventerà probabilmente più decentralizzato. L’hashrate complessivo del Bitcoin potrebbe diminuire quando i miner chiuderanno le loro “farm” o si sposteranno su altre criptovalute proof-of-work con algoritmi simili al Bitcoin. 

L’halving di Bitcoin è una politica volta semplicemente a ridurre i guadagni dei miner di Bitcoin, ma in realtà si tratta di un dispositivo per controllare il tasso di inflazione del Bitcoin. A differenza delle valute fiat come l’euro o il dollaro americano, che il governo può produrre a piacimento, Satoshi Nakamoto ha sviluppato limiti rigorosi. Pertanto, esiste un limite all’offerta totale di Bitcoin per evitare una svalutazione dovuta all’emissione arbitraria di nuovi Bitcoin. Inoltre, il meccanismo di halving fa sì che l’offerta di nuovi Bitcoin diminuisca nel tempo. Per molti versi, il Bitcoin è simile a risorse rare come l’oro per esempio Ma a differenza di questi asset, possiamo calcolare e prevedere come l’offerta diminuirà nel tempo e quanti Bitcoin è ancora possibile generare.

Cosa succederà quando tutti i bitcoin saranno stati “estratti”? 

Quando tutti i 21 milioni di bitcoin saranno stati estratti, cosa che si stima avverrà nell’anno 2140, i miner non riceveranno più bitcoin come ricompensa per aver risolto transazioni complesse. Tuttavia, saranno ricompensati per il loro lavoro attraverso le commissioni di transazione. 

Qual è l’impatto a lungo termine sul Bitcoin? 

Molti ritengono che l’halving di Bitcoin darà vita a una corsa al rialzo, poiché i dati storici indicano che ogni halving segue questo ciclo. Prima del primo halving del 2012, abbiamo assistito a quello che viene definito un “trend rialzista pre-halving”. L’aumento del 341% del prezzo del Bitcoin ha dato vita a una corsa al rialzo, ma il prezzo è crollato di nuovo alla fine del 2013.

Ancora una volta, nove mesi prima del secondo halving di Bitcoin nel 2016, il prezzo ha ricominciato a crescere fino al 100% fino a raggiungere un prezzo di trading approssimativo di 650 USD, ancora una volta seguito da una corsa al rialzo. Il prezzo è poi aumentato, subendo solo una breve e lieve flessione 12 mesi dopo il secondo halving, prima di risalire verso i massimi storici.

Questi risultati implicano l’esistenza di un modello distinto nel mercato dei Bitcoin, che è unico in termini della sua offerta prevedibilmente inferiore ogni quattro anni e una tendenza generale all’aumento della domanda. Tuttavia, è anche importante ricordare che le performance passate non sono un indicatore del valore futuro.

I Bitcoin si possono acquistare iscrivendosi in un Exchange io utilizzo Binance

Share This:

Aggiornamenti Newsletter

Enter your email address below and subscribe to our newsletter

Lascia una risposta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *